Vorrei vomitare tutto lo schifo del mondo.

Non sono perfetta, ok?
Basta a dirmi “Ma che brava ragazza!”, “Come va l’università??” ,”Quando dai gli esami?” ..
BASTA!
Se qualcuno di voi provasse ad entrare per cinque secondi nella mia testa, ne uscirebbe scappando!
Studio di là, studio di qua.. basta! Io sono stanca. Sto male. Ho un mal di testa assurdo ventiquattro ore su ventiquattro e la notte non dormo mai bene! Sto male, lo volete capire?
Mi prende l’ansia un giorno sì e un giorno no. Non mi sento bene. Ho qualcosa che non va e che mi stare MALE. MALE. MALE. MALE.
Chiedetemi come va la mia vita, non l’università cazzo! Che poi tutte queste responsabilità addosso… “Adesso devi studiare, non si scherza più.. noi stiamo facendo dei sacrifici per te!”

E’ una vita che me lo rinfacciate. E vaffanculo allora, va bene?!
Non si fanno dei regali con il prezzo. Non si fanno dei sacrifici per amore e si rinfacciano.
Basta. Sono stanca. Provate a mettervi nei miei panni, vi prego. Vi prego.
Che poi l’università va di merda, se proprio lo volete sapere! Perché non ho un motivo per studiare quelle cose, in questo momento. E non mi va. Perché è sempre la solita merda. Sia il liceo, sia l’università. La scuola fa schifo!

Lo vorrei urlare al mondo quanto io stia male! Vorrei uscire e urlare, vomitare tutto questo schifo. Fare capire alle persone che sto male! Che invece di mettermi sulle spalle responsabilità su responsabilità, potrebbero alleggerirmi un po’ questo dannato peso.
Non è facile. Come faccio a fargli capire che forse nemmeno continuo? Come faccio a dirgli che ho paura di non capire, che ho paura di alzarmi un giorno e sentirmi inutile e fallita, un po’ come loro. Non voglio essere come te, non voglio essere come voi. Eppure ho come la sensazione che finirò così. Perché non riesco a fare niente e non mi riesce nulla. Mi sento male. MALE!

Ed è un vortice continuo. Non se ne esce, ok? Basta! Io sono stanca. Sono davvero troppo stanca e non so per quanto tempo potrò continuare così.

Vaffanculo tutti. L’università, biologia, i miei genitori, quel posto, la mia migliore amica che si è dimenticata di me per un ragazzo, Andrea che mi piace da morire, la mia perenne indecisione, questa ansia che mi occupa lo stomaco ogni giorno da mesi.
Vaffanculo all’ignoranza, all’ indelicatezza della gente, alle cose da imparare a memoria, a questo mal di testa, a questo vortice di pensieri continuo..continuo.
Vaffanculo a chi mi giudica, a chi pensa che io stia stupida, vaffanculo a me stessa, perché in fondo sono la prima a non crederci.
Vaffanculo a questo equilibrio precario. Sempre come un funambolo. Peccato che sto rischiando di cadere.
Vaffanculo a tutto, a tutto, a tutto.
Fanculo alla vostra borghesia di merda.

E forse resterò per sempre sola. Sì, perché chi lo vorrebbe un rottame così??  Chi la vorrebbe una persona totalmente sbagliata, in cui la differenza fra apparenza e realtà è a dir poco grottesca. Che ha un caos perenne un testa e dubbi e domande su tutto.

Scusate. Perdonatemi… ma dovevo sfogarmi. Sono parecchio stupida. Però non riesco a capire più niente. Scusatemi tutti.

Annunci

Desiderare e farsi male.

Ditemi che la vita non è un ciclo che si ripete sempre, per ogni persona.
Ditemi che non è vero che se nasci in un modo, muori nello stesso modo.
Ditemi che le cose non sono relative e che un giorno, a modo mio, anche io sarò una principessa con un finale da favola (per quanto sia possibile nel mondo reale).
Ditemi che un giorno non sarò io a cercare le cose, ma saranno le cose che cercheranno me.
Ditemi che tutto cambia, che ognuno ha la sua possibilità.
Ditemi che non contano i soldi, il tuo cognome, la tua posizione sociale, la tua bellezza esteriore.
Ditemi che contano le cose che hai dentro. Ditemi che un giorno sarò felice e qualcuno mi amerà..

Preghiera.

Io… io vorrei lasciarti andare, ma non posso. L’ho sempre fatto, ma questa volta non ci riesco proprio. Già mi sto facendo del male per te. Mi hai riportato alla vita vera, direttamente al cuore.

Non ce la faccio perché adesso senza di te ci sarebbe il vuoto, capito? Il vuoto… e non mi era mai successo…
Certo, la mia vita ce l’ha sempre avuta con questa storia del vuoto… Un giorno mi alzo e bum! Vuoto.
Così non so mai da dove ricominciare. Perché affrontare le cose quando hai qualcosa dentro è un conto, ma farlo quando non hai nulla, come se fossi immersa nell’universo e da un momento all’altro potresti cadere..beh, lì sei davvero fottuta.
Forse questa è la cosa bella. Ricominciare dal puro nulla.
Ma adesso non so se ce la farei. Non ci dormo quasi più su questa paura.
Io un po l’ho assaporato il vuoto e, credetemi, non auguro a nessuno di farlo.
Perché è un vortice che ti risucchia e più ti muovi, più cerchi, più ti rendi conto che non hai nulla da trovare. Una caccia senza il tesoro.
Tu..tu non lo sai, ma sei la cosa che mi salva dal vuoto in questo momento.
Mi sento un funambolo.. a kilometri da terra su un filo, che sei tu. Sei la mia speranza e se il filo si spezza.. cado e questa volta mi faccio ancora più male.

Non so perché mi stia succedendo, ma ho come l’impressione che la vita mi stia avvisando che sta per arrivare qualcosa di brutto. Delle volte ci penso e mi manca il respiro. Mi manca tutto..

Odio fare affidamento sulle persone, ma salvami tu questa volta. Ti prego. Ho bisogno che qualcuno ci sia, che lo faccia per me. Perché adesso lei non c’è più. Lei ha qualcuno che la salva dal vuoto.
Io ho solo te. Ti prego. Ti prego. Ti prego. Ti prego. Ti prego. Ti prego.
Chiunque decida le sorti del mondo..beh ti prego Chiunque, salvami dal vuoto. Ti prego. Ti prego. Ti prego. Dio.
Salvami.. in qualsiasi modo. Ma salvami.

Seilamiarivoluzione. Contro vento-

C’è che tu sei arrivato nella mia vita e hai cambiato tutto. Come un uragano che si è portato via  tutte le mie certezze. E’ che il mio cuore vorrebbe stare sempre vicino al tuo, anche a chilometri di distanza….e la mia testa si rifiuta di pensare. 
C’è che mi piaci tanto, troppo. Perché la mattina non ha senso svegliarsi se tu non ci sei. E quella sera quando ti sei avvicinato così tanto, avrei voluto stringerti e abbracciarti tutta la vita… però subito te ne sei andato.
So che non sono una persona perfetta però mi piaci e non posso farci niente.
Sei arrivato e hai rivoluzionato tutto. E adesso vivo solo con la speranza di poter stare con te. Saresti un bel posto nel mondo..
Visto?! Odio scrivere cose sdolcinate e romantiche e banali. Ma non posso farci niente.
Andrei contro me stessa. Sto andando contro vento. Contro la vecchia me.
Mi piaci. E non posso farci nulla. 
Sei la mia rivoluzione. 
Vieni, torna, abbracciami, baciami..ma non te ne andare. Mai.