Epistole notturne.

Vi volevo raccontare qualcosa.. non so sono da sola a casa e mi è venuta voglia di scrivere. Ultimamente non ho scritto tanto perché sono sempre con la testa altrove, soprattutto pensando a cosa fare l’anno prossimo. Se continuare la specialistica qui oppure se andare altrove. Probabilmente in altre situazioni sarei scappata da questa città che ho odiato sin da subito. Ma, dopo quattro anni, mi sono affezionata e c’è qualcosa che mi spinge a restare. Sicuramente, nonostante lo sforzo della mia coscienza ad ammetterlo, G rappresenta uno di questi motivi. Non penso che sia giusto fare una scelta in base a questo, infatti se sarà necessario, sicuramente mi allontanerò. Inutile dire che ho tanta paura, restare qui sarebbe la scelta più facile e per altri motivi anche la più saggia. Però se mai lui dovesse tradirmi o fare qualcosa che non deve fare, non perdonerei nemmeno la sua inconsapevole minima percentuale di colpa. Nessuno merita la vita degli altri, se capite quello che voglio dire.

Tutti pensano che l’amore sia eterno, io non lo penso. Le persona cambiano e ci deludono e con il tempo ho imparato a non avere tanta fiducia. Diamo per scontato molte cose, invece io non do per scontato che potrei cambiare, anche solo allontanandomi fisicamente. Si conoscono nuove persone e si fanno nuove esperienze..e la lontananza non fa sempre bene. Alcune volte sì, altre no.
Insomma non è facile decidere se qualcosa è bianco o nero se in mezzo ci sono le sfumature del rosso, dell’amore, della passione, dei baci.. Noi non lo sappiamo, pensiamo di decidere sempre in base ad altre cose, ma non fa parte del nostro essere, essere così freddi e razionali. Però bisogna capire che tutti noi meritiamo una persona che ci ama veramente e chi ci ama davvero non tradisce e non usa la distanza per fare il cretino o allontanarsi. Chi ti ama veramente, lo fa da vicino, ma soprattutto da lontano. E’ un buon modo per mettere alla prova l’amore! Non troppo però un po’ fa bene.

A parte questo ho seri problemi a decidere cosa fare dopo. Io studio biologia ma per il momento non intravedo sbocchi occupazionali quindi devo decidere se prendere un’altra triennale o se continuare su questa strada. Non so… vedremo. Ogni tanto mi prende tantissima ansia e lì è difficile resistere, ma in genere cerco di stare attenta perché ho capito che l’ansia è troppo deleteria per la nostra vita.

Insomma..nulla. Ho visto un bel film due sere fa e ve lo consiglio: “La corrispondenza” di Tornatore. Oh che meraviglia di regista!!! Riesce a rendere tutti i suoi film di un eleganza estrema, storie malinconiche ma ad effetto sorpresa. Poi lo trovo estremamente bravo con i personaggi, a delineare i loro tratti.. stupendo!

Annunci