Changes

Mi sembra ieri quando hai aperto quella porta, con i tuoi capelli arruffati ed il tuo comportamento vergognoso.
Sono passati cinque anni da quell’episodio, ma io me lo ricordo come se fosse ieri. In fondo ho sempre saputo che non potevamo essere solo amici.
Oggi la tua vita universitaria è finita e, tornando indietro, non ti spronerei a fare gli esami, ma piuttosto ti vorrei tenere qui con me un po’ di più.
Mentre mettevi le cose della tua stanza dentro gli scatoloni, mi sono resa conto che ognuna di quelle cose aveva una storia particolare. Per esempio la ciabatta mi ha ricordato quando siamo passati per quel campo pieno di erbacce d’estate perché tu non ne potevi più del fatto che non ci fossero prese in università, la lampada del cubo di Rubik è un regalo che scelsi con minuziosa attenzione il mio primo anno, spendendo soldi che allora non mi potevo permettere. Ogni oggetto che ponevi con la tua delicatezza dentro gli scatoloni mi parlava di ricordi e di giornate passate insieme, giornate piene di una felicità unica. Persino adesso, mentre scrivo, il rumore della bicicletta del vicino di casa, mi ha ricordato le innumerevoli volte che mi sei venuto a prendere e sgommavi per farti sentire, le nostre discese in bici con te che mi portavi addosso come uno zaino.

Hai riempito la mia vita e la mia anima di gioia e felicità, prima era piena di dolore e cicatrici. Al momento non posso pensare a qualcosa più bello del tuo viso e mi mancherai terribilmente. Sei stato sempre il mio migliore amico, prima di essere il mio ragazzo, e questo non ha fatto altro che rafforzare i sentimenti che provo per te. So che ti ha fatto male vedermi piangere poco fa e hai provato a sostenermi e tranquillizzarmi, ma so anche che oggi è finito uno dei periodi più belli della nostra vita insieme. Mi auguro ovviamente che ne verranno sempre di più belli. So anche che mentre guidi anche tu penserai a tutte queste cose. Volevo fermare la tristezza ma sono circondata da ricordi e da oggetti che ti appartengono, come il pigiama che ho affianco mentre scrivo. Ci sei sempre stato in questi anni, mi hai spronato e sorretto in ogni occasione, che sia mentre provo a cucinare, sia prima di un esame o mentre studio. Ogni volta che ti ho ascoltato tutto è andato per il meglio ed ora dover affrontare molte più cose da sola in parte mi spaventa ma so che mi sarai vicino sempre. Lo stesso farò per te.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...