Aiuto

Sinceramente non so come esprimere quello che provo in questo momento.
So solo che la mia anima sta soffrendo e che non trovo nessuno che comprenda questa sofferenza. So che sta soffrendo da mesi e che sta chiedendo aiuto, che soffoca, annega ed anela a qualcosa di più bello.

Non so cosa mi stia succedendo, sarà che quel luogo è una prigione, una serie di mura cupe, senza colori, apatiche, false, brutte. Stanno uccidendo la mia anima ed il bello è che me lo son scelta da sola. Quindi mettiamoci anche una dose non indifferente di senso di colpa.
Non vedo l’ora che arrivi il giorno in cui finalmente tornerò libera e potrò tornare ad essere la persona che voglio essere. Ora capisco come si sentiva Frodo a portare il peso dell’anello. Mi sento così: imbruttita, infastidita, chiusa, prigioniera.

Io invece voglio essere quello per cui sono nata: leggera, libera, una libellula che vola nei prati verdi e che danza, portando bellezza ovunque vada.

Ora son tornata ad essere un bruco, ma il bruco più brutto che ci sia.

Aiuto, lo grido.