Un ciao non sarà mai un addio!

Immagine

Ieri sera mentre vi vedevo urlare e gridare il suo nome, ho pensato che tutti dovrebbero essere ricordati in questo modo.
Di solito, quando vado ai funerali, mi viene una tristezza assurda. Uno passa una vita a ridere, a raccontare delle cose, a viaggiare, per poi essere “celebrato” dentro una bara, vestito di nero con altrettante persone piene di indumenti dello stesso colore.
Piuttosto che essere ricordata in questo modo, preferisco cadere nell’anonimato. Anche se potrebbe sembrare arrogante ed “elitario”, il giorno in cui morirò voglio che si faccia festa. Voglio che ci siano corone di fiori, musica bella, vestiti lunghi e colorati,..voglio che mi ricordino come una persona che viveva, piuttosto come una che è morta.
I tuoi amici lo hanno capito e ti hanno ricordato da vivo, tanto che mi è sembrato quasi di vederti lì, in mezzo a loro. Anche se non ci sei più, vivrai sempre nei loro cuori che gridavano il tuo nome con tutta la forza possibile. Molti non hanno capito, ma in questo caso “meglio pochi che tanti” perché meritavi di essere commemorato così. Spero che questo ti abbia alleggerito il peso di tutto ciò che hai passato.
Resterai sempre nel cuore di chi ti vuole bene e ti ama. Niente rancori o rimorsi. Tu sei ancora lì con loro.
Pace e amore, I.