La storia siamo noi!?!?!?

Francesco De Gregori-La storia siamo noi

Salve a tutti,
oggi vi parlo di una frase di questa meravigliosa canzone di De Gregori. Ammesso che io amo De Gregori e tutto il cantautorato italiano perché trovo in questo genere  una bellezza di altri tempi che solo la musica italiana può avere. Sono un vero gioiello della nostra cultura.. comunque la frase della canzone in questione è:

“E poi ti dicono tutti sono uguali
Tutti rubano alla stessa maniera
Ma è solo un modo per convincerti
A restare in casa quando viene la sera.”

Perché, di tutte le frasi stupende di questa canzone, ho scelto proprio questa??
Perché mi sono davvero stancata di leggere da parte dei giornali solo notizie brutte e sconvolgenti! Mai che si parli di ricerca, delle menti italiane eccelse, delle scoperte che l’uomo fa ogni giorno! Si parla sempre di ponti che crollano, di politica corrotta, di morte, omicidi, stupri, violenza e chi più ne ha, più ne metta!
Ma basta!! Non possiamo più vivere, chi guarda troppi giornali e ha una leggera tendenza all’ipocondria diverrà agorafobico nel giro di un po’ di anni. Si deve paura ad uscire la sera, a farsi un bicchiere di più, a mettersi in macchina.
Insomma, fare notizia è giusto..ma noi ormai siamo sottoposti ad un vero e proprio terrorismo mentale! Per esempio io ho scelto di fare un viaggio con una mia amica… i miei primi pensieri al riguardo non sono le cose che vedrò e le esperienze che farò, ma sono ” e se mi stuprano??” e “se fanno un attacco terroristico??”! Lo persino sogno.. ma vi sembra normale???
Cioè ma che mondo di merda! Sia per quello che accade ma anche per la divulgazione sbagliata di notizie che c’è. Voglio dire…sono epoche che tutti muoiono e mo’ d’improvviso ve ne frega così tanto??
Ma andate tutti un po’ a farvi un viaggetto solo andata in  mezzo al triangolo delle Bermuda, così scoprite in grande mistero, forse inesistente, che si cela dietro questa catastrofe. Io tanto ormai leggo solo quello che mi interessa! E’ caduto un ponte e sono morti due?? Complimenti, ma il fatto che io lo sappia non cambia la mia giornata perché non posso fare niente al riguardo. Tanto poi i colpevoli in Italia vengono assolti e Amen.
Non voglio risultare superficiale ma ho smesso di farmi toccare nel profondo da certe notizie. Se no avevo una cirrosi epatica avanzata non curabile!

 

CronacheDiVita.

Credo che, quando vuoi bene a qualcuno, una della cose più brutte sia il non sentirsi ricambiato abbastanza. Perché  le persone non capiscono l’importanza che hanno nella tua vita.
Ieri J ha avuto un attacco di panico ed io avrei voluto starle vicino, tant’è che mi son sentita in colpa per non essere stata con lei in quel momento. Le ho chiesto se oggi potevo andare da lei, così dopo non so quanti mesi, avremmo passato una giornata insieme. Lei mi ha risposto che doveva studiare e mi ha detto che l’unica persona che la fa stare bene è L.

Ora io mi chiedo..che ruolo ho nella sua vita? Praticamente sono meno di niente per lei. E non mi venisse a dire che non è vero e a scusarsi se mi fa sentire “trascurata”. Perché io farei di tutto per starle vicino e lei mi allontana con una delle scuse più banali (e per me più brutte) del mondo: devo studiare. Abbiamo tanto tempo per studiare, certo mai abbastanza, ma un giorno da dedicare alla tua migliore amica (dopo mesi che non ci vediamo) lo potresti anche trovare.

E’ brutto rendersi conto di volere talmente tanto bene a una persona da rinunciare e passare sopra tante, forse troppe, cose e lei non capisce un cazzo (e scusate la mia volgarità). Qui no, lì no, da me no. E’ sempre no il suo. Voglio proprio sapere quando comincerà a essere un no anche il mio.. ma forse questo non succederà mai perché le voglio un bene immenso. Per arrivare a farsi del male pur di stare vicino ad una persona..le devi volere davvero tanto bene.

Quando io sto male è a lei che penso. Quando son felice è a lei che penso.
Ci mancava pure questa a farmi odiare l’amore. Sceglie sempre e comunque L. Io son contenta per loro, però ogni tanto vorrei che  scegliesse anche me. Il giorno del mio compleanno non è potuta venire da me perché i suoi non la mandavano, ma non ci pensa due volte a prendere un treno (che costa decisamente di più) e ad andare da lui.
Non so se dirle o meno tutte queste cose. Perché lei sta già abbastanza male.. a questo punto spero che riuscirò a staccarmi. Non voglio soffrire più.

Inoltre ieri son tornata a casa e mamma mi ha dato una notizia bruttissima. Sapete quando si suol dire “fulmine a ciel sereno”? Così. Ero tranquillissima, torno e un fulmine mi coglie in pieno. Mi veniva solo da piangere. Sto facendo di tutto per rendere questo 2013 degno di essere vissuto, ma qualcosa mi dice che non sarà così. Spero comunque che si risolva tutto. Per lui, a cui voglio un bene immenso, per lei, per me, per F. Per tutti. Se le cose andassero male..beh non ci voglio nemmeno pensare.
Si dice che le cose belle accadono quando meno te lo aspetti… a me non capitano e basta, se non quelle brutte.

Volevo scrivere tante cose, ma ad un certo punto perdi le parole, perdi tutto.